Comune di Scoppito

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - IL SENTIERO DEL FUTURO 2016

Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sulla nostra pagina google plus Seguici sul nostro account Twitter Seguici tramite feed RSS
Comune di Scoppito
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Come fare per
Home Page » Come fare per » SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - IL SENTIERO DEL FUTURO 2016
Icona freccia bianca
SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - IL SENTIERO DEL FUTURO 2016

                           Un anno di Servizio Civile: “Il Sentiero del Futuro 2016”

Il progetto di Servizio Civile “Il sentiero del Futuro 2016”, avviato nel mese di Ottobre, ha operato all’interno del comprensorio del Comune di Scoppito.

La sua filosofia è stata incentrata sulla crescita sostenibile del territorio attraverso la riscoperta dei beni storico-culturali e del patrimonio naturalistico e paesaggistico di cui l’area gode. L’obiettivo principale è stato quello di far riscoprire e trasmettere attraverso mezzi e canali più coinvolgenti, l’importanza dell’identità territoriale in quanto detentrice di una ricchezza intrinseca da tutelare.
Per raggiungere tali finalità l'impegno è stato rivolto al recupero e al rafforzamento della rete sentieristica dell’area di Monte Calvo, coinvolgendo la popolazione con eventi e attività promozionali.


Questo progetto si è integrato con un altro preesistente, avente gli stessi fini, e avuto inizio nel mese di Luglio dello stesso anno, formando così un'unica grande squadra di giovani ragazzi. 

                                                            CSV

 

Formazione.


Durante il primo mese il gruppo di lavoro ha ricevuto una formazione generale indetta dal Centro di Servizio del Volontariato della Provincia dell’Aquila. Durante questo periodo i ragazzi del Servizio Civile hanno seguito corsi inerenti diversi ambiti, tra cui:


- Identità del gruppo in formazione e patto formativo
- Identità e finalità del SCN (Servizio Civile Nazionale) - Dall’obiezione di coscienza al SCN
- SCN e promozione della Pace- Il dovere di difesa della Patria: difesa civile non armata e nonviolenta
- La legge 64/01 e le normative di attuazione- Normativa vigente e carta d’impegno etico
- La solidarietà e le forme di cittadinanza- La formazione civica e le forme di cittadinanza
- La rappresentanza dei volontari nel Servizio Civile
- La Protezione Civile
- Presentazione dell’ente- Il Centro di Servizio per il Volontariato
- Il lavoro per progetti
- L’organizzazione del Servizio Civile e le sue figure
- Disciplina dei rapporti tra enti e volontari del Servizio Civile Nazionale
- Comunicazione interpersonale e gestione dei conflitti

Per un totale di 45 ore

A questa è seguita una formazione specifica incentrata sui seguenti temi:


- Nozioni di educazione ambientale
- Elementi di orientamento e topografia
- Nozioni di movimentazione su territorio impervio
- Segnatura e tracciatura di un sentiero
- Storia e cultura locale
- Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari nei progetti di SCN
- Elementi di comunicazione
- Il piano di comunicazione
- Attività promozionali

Per un totale di 74 ore

All’insegnamento teorico sono seguiti dei momenti formativi a diretto contatto con l’ambiente: dopo una breve escursione con bussola e carta alla mano, i ragazzi si sono messi alla prova con arrampicate su pareti artificiali e falesie. Un’esperienza divertente e istruttiva che, oltre a rinforzare le capacità motorie, ha agito positivamente anche su percezione, concentrazione e senso di responsabilità verso se stessi e gli altri.

                                                            B

Questo modulo si è concluso con un’escursione sulla vetta di Monte Giano (1820 metri s.l.m.), cima che si trova in provincia di Rieti a nord-est di Antrodoco. Partendo dal Santuario rupestre della Madonna delle Grotte, è stata raggiunta la sommità del monte, il cui dislivello si aggira sui 1100 metri, percorrendo un totale di 12 km.
Durante questi mesi sono stati scelti dei sentieri di particolare interesse paesaggistico, che tuttavia risultavano abbandonati e per lo più ostruiti dalla vegetazione. L' obiettivo principale è stato quello di ripristinare la viabilità attraverso la rimozione di piante e arbusti e allargando il passaggio nei punti più stretti. Mentre laddove la strada si prospettava irta e impervia è stato indispensabile creare appositi gradoni per agevolare l’ascesa, naturalmente in legno o in pietra reperiti in loco per non deturpare il paesaggio ed essere in perfetta armonia con l’area circostante. Inoltre, in alcuni casi è risultato necessario tracciare il sentiero ex novo in quanto non era presente alcun segno di passaggio.


Parallelamente all’attività manuale è stata svolta un’ampia documentazione fotografica per divulgare il lavoro tramite i social. Questi mezzi hanno consentito di ricevere un feedback dell'operato e di facilitare la comunicazione con gli interessati.


Al termine dei lavori di ciascun sentiero è stata organizzata una passeggiata guidata rivolta alla cittadinanza e a chiunque fosse interessato. Queste escursioni hanno avuto come obiettivo principale quello di far riscoprire sentieri non più frequentati a causa del loro stato di incuria, con la speranza che questi tornino ad essere fruiti anche da chi non è del posto. Tale progetto ha messo in luce l’interesse e la grande sensibilità della comunità locale rispetto ai temi ambientali, confermata dalla larga partecipazione alle passeggiate e dalle continue richieste di nuovi eventi.

Sentieri recuperati.


Il primo sentiero recuperato è stato quello che dalla Cappella di S. Brigida conduce alla Croce delle Turri, fino ad arrivare a Passo San Leonardo. Conclusi i lavori di ripulitura sono state organizzate due passeggiate rivolte alla popolazione, la prima l’8 Dicembre 2016 ed una seconda il 30 Aprile in occasione della Festa della Primavera.

Tempo di percorrenza A/R 3 h
Distanza 3,5 km
Dislivello 525 m
Altitudine massima 1175 m
Difficoltà Facile

La seconda passeggiata organizzata ha avuto come punto di partenza la Madonna del Concone. Da lì si è proseguito fino alla Serra, raggiungendo il Faggio della notte e arrivando in ultimo a Fonte Crovella.Al termine dei lavori è stata programmata un’escursione il 22 Aprile, con pranzo offerto dalla Pro Loco di Scoppito.

Tempo di percorrenza A/R 3h
Distanza 2,5 Km
Dislivello 370 m
Altitudine massima 1223 m
Difficoltà Media

Nella terza da Sella di Corno è stata attraversata una faggeta che ha portato a Fonte delle Cupelle, fiancheggiando muretti a secco e attraversando distese d’erba. Una volta ripristinata la traccia, è stato ripercorso il sentiero insieme alla collettività con un evento svoltosi domenica 14 Maggio.

Tempo di percorrenza A/R 4h
Distanza 8,5 km
Dislivello 510 m
Altitudine massima 1391 m
Difficoltà Media

E per finire, l’ultima, avente come tappe principali le 3 strutture montane presenti sull’area di Monte Calvo. Partiti da Fonte "Crovella" salendo verso il rifugio delle "Jubbera" e proseguendo fino a quello delle Antenne, si è ritornati al punto di partenza. Anche in questo caso è stato condiviso il ripristino del percorso attraverso una camminata, svolta in parte il 21 Maggio (interrotta a causa del maltempo) e poi riproposta la settimana successiva.

Tempo di percorrenza A/R 4h
Distanza 9 km
Dislivello /
Altitudine massima 1442 m
Difficoltà Media.

    r

Altre attività.

I ragazzi del Servizio Civile hanno offerto il loro sostegno al Medico di Base del distretto di Scoppito per promuovere una campagna di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza sul tumore colon-rettale. In vista di una conferenza sul tema,oltre alla realizzazione di una presentazione ppt, sono stati elaborate e stampate brochure informative e locandine.
Durante il periodo estivo sono stati organizzati altri eventi:


- Una passeggiata lungo il sentiero della Madonna del Concone con circa 20 bambini della scuola estiva di Scoppito di età compresa tra gli 8 e i 12 anni.

- Una notturna sulla vetta di Monte Calvo (1° Memorial Santino Lattanzi). Affiancati da personalità esperte e dalla Pro Loco di Scoppito si è partiti alle 20.00 da San Valentino, per poi raggiungere la Croce di Monte Calvo verso le 23.00 circa e godere così dello spettacolare panorama notturno. La nottata si è conclusa con un’allegra cena in compagnia di Vin Brulè e un’amatriciana.

- In occasione della celebre “Festa della Montagna” che si svolge da molti anni nell’area degli “Puzzi” (Monte Calvo), il gruppo di lavoro ha contribuito alla realizzazione di un percorso per la moutain bike, alla creazione di pannelli informativi e all’organizzazione generale della festa.

- In ultimo, un’escursione pomeridiana che dal bivio di Cese prosegue lungo un percorso di circa 6,5 km e raggiunge i 1059 metri di altitudine. La passeggiata si è conclusa con un aperitivo presso una vigna locale.

 

Carta dei sentieri.


I 12 sentieri tracciati sono stati poi inseriti su carta attraverso un software di cartografia open-source (Q-GIS). Oltre alla restituzione grafica, questo programma consente di raccogliere informazioni sui percorsi e di utilizzarle per analisi specifiche. Inoltre sono stati messi in evidenza i punti di maggiore interesse storico-culturale e paesaggistico attraverso una simbologia ed una legenda cromatica; affianco a questa è stato aggiunto un QR-Code che rimanda alla pagina Facebook “Il sentiero del futuro 2016”.
Infine in occasione della “Festa della Montagna” 2017, presso la località “Ji Puzzi”, è stato collocato un pannello riportante la carta dei sentieri corredata da alcune note informative riguardanti gli aspetti paesaggistici, naturalistici e storico-culturali; per lo stesso evento sono state stampate un centinaio di copie formato A4 e distribuite ai partecipanti.

Pubblicità del progetto.


Al fine di divulgare all’esterno il nostro progetto è stata appositamente creata una pagina Facebook chiamata “Il sentiero del futuro 2016”, aggiornata costantemente con le attività sul campo e con gli eventi connessi; è stato anche aperto un account Instagram “IG_Scoppito” per raccontare attraverso le foto il lavoro svolto.
Successivamente per raggiungere quella parte di popolazione che non utilizza i social, sono state realizzate delle locandine cartacee e sono stati prodotti dei comunicati stampa per alcune testate online, che sono poi stati trasmessi da una stazione radiofonica locale.

                                                                       ll

I Ragazzi del Servizio Civile Nazionale - Progetto "Il Sentiero del Futuro 2016"


Valeria Fioravanti
Federico del Pinto
Gianluca Tazzi
Ilaria Lauri
Alessandro Piccirilli
Valerio Cococcia
Ilaria Vaccarelli
Francesco Della Rocca


 

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Comune di Scoppito
Via Aldo Moro, 6, 67019 Scoppito(AQ)
Centralino: 0862020547
P. IVA 00183860667
email:municipio@comune.scoppito.aq.it
pec:comunediscoppito@pecpa.it

Codice Univoco per Fatturazione Elettronica: UFTWAA

Il sito Istituzionale del Comune di Scoppito è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Il progetto Comune di Scoppito è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it